Rottamazione Equitalia: l’online supera gli sportelli

In questi giorni sui telegiornali probabilmente avrete sentito la notizia della rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia che, visto il suo prossimo scioglimento, ha indetto questa maxi operazione di revisione di tutte le cartelle ancora in corso d’opera. I cittadini, a cui sono stati messi a disposizione diversi canali di comunicazione per contattare l’agenzia esattoriale, hanno fatto registrare quasi 600.000 pratiche, ma quel che sorprende è la quantità di adesioni avvenute tramite il portale web di Equitalia.

Delle 598.988 domande presentate a giovedì, il 49,6% dei contribuenti lo ha fatto utilizzando il portale di Equitalia, l’email o la posta elettronica certificata, mentre il 48,9% si è rivolto alla rete degli sportelli, e il residuo 1,5% ha preferito canali tradizionali quali, ad esempio raccomandata o posta ordinaria. I numeri quindi parlano chiaro e sembra che finalmente anche gli italiani comincino a comprendere quanto la digitalizzazione sia importante.

Questo sorpasso dell’online rispetto agli sportelli tradizionale probabilmente è dovuto anche alle code chilometriche che in questi giorni hanno tenuto impegnati gli uffici di Equitalia anche durante la notte per riuscire a rientrare nei termini di consegna previsti per il 31 Marzo. Fortunatamente è stata approvato oggi il decreto di proroga che estende il periodo utile al 21 Aprile prossimo.

Interessante è vedere anche quale mezzo telematico sia stato scelto: Le istanze inviate con email semplice sono state 83.718 (14%), quelle trasmesse con la posta elettronica certificata sono state 173.417 (28,9%), mentre dall’area riservata del portale www.gruppoequitalia.it sfiorano le 40mila (39.899, 6,7%) per un totale (web e mail) di 297.034, superiore al dato delle richieste di rottamazione presentate (293.015) attraverso gli sportelli della società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *